[Resp-csbno] [Csbno] ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere +Teca, non si poteva trovare altro?

mario.domina a csbno.net mario.domina a csbno.net
Lun 16 Ott 2017 15:48:39 CEST


Sfondi una porta aperta, Davide, oltre la metà dell'utenza che entra
in biblioteca non è riconducibile all'utente-lettore-tipico.
In questo caso, però, si tratta di offrir loro spazi accoglienti,
e agli sforzi immani fatti da noi bibliotecari
(praticamente ci siamo arredati da soli una biblioteca
vintage di 1000 mq con tecniche creative del riuso
cercando di renderla una creatura vivente in perenne trasformazione,
proprio in relazione all'apertura a tutte le categorie non di utenti
ma di cittadini e di avventori e di viandanti), direi che
non è granché corrisposto un altrettanto convinto sforzo
politico in tal senso. Malamente, ma resistiamo
(pur con personale in calo, strutture fatiscenti, ecc.)

un saluto
m

----- Messaggio originale -----
Da: "davide pogliani" <davide.pogliani a csbno.net>
A: "md2" <mario.domina a csbno.net>
Cc: "Benanti Paolo" <paolo.benanti a comune.cinisello-balsamo.mi.it>, "Csbno" <csbno a liste.csbno.net>, "Responsabili biblioteche" <resp-csbno a liste.csbno.net>
Inviato: Lunedì, 16 ottobre 2017 15:38:05
Oggetto: Re: [Csbno] ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere +Teca, non si poteva trovare altro?

Perdonami Mario ma trovo un grosso limite nel tuo discorso ed è quello relativo al libro e alla lettura.
Quando ho citato il 20% dei cittadini ho volutamente evitato di parlare di libro, lettori ecc.
Vorrei capire perchè un cittadino che magari frequenta la biblioteca  per utilizzare un pc, sfruttare il wifi gratuito, strimpellare un pianoforte o una chitarra, gustarsi una mostra di pittura, partecipare a un coderdojo, farsi una partita a Carcassonne, a PES2016 ecc. ecc. e però non prende in prestito nemmeno un documento deve avere meno valore di uno che è un lettore fortissimo ma vive la biblioteca solo per il servizio prestiti.
Quando ho scritto che "un'altra biblioteca è assolutemente necessaria" intendevo proprio questo. 
Io non credo che l'80% che non siamo mai riusciti a intercettare sia irrangiungibile. Dobbiamo solo lavorare tutti insieme per cercare la strada giusta per farlo e provarci. Le competenze e le professionalità non mancano, l'entusiasmo laddove è venuto meno possiamo riaccenderlo. Di esempi e modelli che vanno in questa direzione ne abbiamo tanti. Se facciamo realmente rete e collaboriamo potremo raggiungere grandi obiettivi.

Davide

----- Messaggio originale -----
> Da: "mario domina" <mario.domina a csbno.net>
> A: "davide pogliani" <davide.pogliani a csbno.net>
> Cc: "Benanti Paolo" <paolo.benanti a comune.cinisello-balsamo.mi.it>, "Csbno" <csbno a liste.csbno.net>, "Responsabili
> biblioteche" <resp-csbno a liste.csbno.net>
> Inviato: Lunedì, 16 ottobre 2017 14:17:15
> Oggetto: Re: [Csbno] ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere +Teca, non si poteva trovare altro?

> Il "nocciolo del problema" è semplice (si fa per dire):
> per come la vedo io, una stagione delle biblioteche di pubblica lettura
> (che peraltro ha riguardato una sola parte del paese)
> è al tramonto: nessun concorso pubblico (da parte
> dei comuni) per bibliotecari da tempo immemore, ed
> esternalizzazione dei servizi - e ci va bene che
> il soggetto sia relativamente esterno, visto che è il
> Csbno che, per quanto riguarda la mia personale
> esperienza, è stato un elemento propulsivo senza il
> quale non riuscirei ad immaginarmi i risultati raggiunti
> dalla nostra insignificante biblioteca, motivo per cui
> mi sento un dipendente spurio, un po'
> comunale un po' intercomunale un po' Csbno.
> Cosa che mi fa dire che, tutto sommato,
> non mi sento "esterno" (non più di quanto mi senta
> interno), e dunque mi fa essere anche più appassionato
> nel dibattito e nel disaccordo su alcune scelte.
> D'altro canto la crisi è un po' più generale,
> e riguarda la situazione del comparto Enti locali,
> con colleghi sempre più demotivati, deprofessionalizzati,
> lavorativamente invecchiati, non sempre amati dai cittadini, ecc.
> Ecco perché può anche risultare problematico confrontarsi
> con nuovi modelli, nuove prospettive, nuovi linguaggi
> (che, piaccia o meno a chi usa la parola "ideologico",
> sono altrettanto se non più ideologici di certe
> concezioni ritenute di retroguardia: per esperienza personale
> ritengo iperideologici proprio i discorsi di coloro
> che tacciano gli altri di essere ideologici, ovvero vecchi e stantii,
> dimenticando che le idee sono sempre e comunque strumenti di lettura
> della realtà: le app sono idee o categorie, né più né meno,
> ma qui il discorso si complicherebbe).
> Infine: certo, noi agiamo sul 20%, quando ci va bene,
> l'altro 20 % presumibilmente i libri (o la lettura
> più in generale) li compra, rimane non raggiunto
> e apparentemente irraggiungibile il restante 60%, lo sappiamo bene, che
> però coincide con i dati sociali, da troppo tempo
> schiacciati su quella cifra, dei non-lettori
> sistematici in Italia (contro dati del 70-80-90%
> di Germania, paesi nordici, Usa e Canada, se si
> prendono per buone queste statistiche).
> Ma la logica imperante da due o tre decenni è,
> a destra come a sinistra, che con la cultura non si mangia.
> Anche se poi, a parole, dicono tutti che il problema è quello.
> A parole.
> 
> Per ora mi fermo qui
> 
> m
> 
> 
> 
> ----- Messaggio originale -----
> Da: "davide pogliani" <davide.pogliani a csbno.net>
> A: "Benanti Paolo" <paolo.benanti a comune.cinisello-balsamo.mi.it>
> Cc: "Csbno" <csbno a liste.csbno.net>, "Responsabili biblioteche"
> <resp-csbno a liste.csbno.net>
> Inviato: Domenica, 15 ottobre 2017 12:37:44
> Oggetto: Re: [Csbno] ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere
> +Teca, non si poteva trovare altro?
> 
> Ciao a tutti e ciao Paolo,
> le parole da te utilizzate nell'oggetto della mail denotano quanto poco sia
> stato compreso e interiorizzato, almeno da parte tua,  lo scopo e lo spirito
> della campagna + teca.
> Guardando gli ultimi dati, realtà come San Giorgio su Legnano, Villa Cortese o
> Sesto, per esempio, hanno reagito in maniera proattiva, al netto dei tanti
> errori commessi dalla struttura del Csbno nel presentare e condurre la campagna
> + teca, comprendendo e soprattutto riuscendo a trasmettere agli utenti il
> messaggio che questa campagna non è fatta al mero scopo di "ragranellare
> soldi".
> 
> Inoltre sarebbe davvero utile, in uno spirito di collaborazione, condividere con
> tutti i colleghi le "falle clamorose" che si rilevano in uno strumento di
> lavoro.
> 
> Mi permetto anche di intervenire su quello che tu definisci il nocciolo del
> problema.
> La struttura del Csbno è composta da tante persone con professionalità e idee
> diverse. Al nostro interno ci confrontiamo e a volte ci scontriamo anche in
> modo aspro e questo solo perchè crediamo nell'importanza del nostro lavoro e
> abbiamo la consapevolezza di lavorare in un ambito fondamentale per le nostre
> comunità come quello delle bilioteche e della cultura in generale. Ma siamo
> anche fortemente consapevoli del fatto che il nostro lavoro non avrebbe nessun
> senso senza le persone che ogni giorno lavorano sul campo, siano essi
> bibliotecari comunali, bibliotecari del Csbno, operatori del servizio civile o
> volontari.
> Quindi nella scarsa considerazione reciproca che tu citi non mi ci ritrovo
> affatto e in questo caso penso di poter parlare a nome di tutta la struttura
> Csbno. Quando interveniamo a seminari o convegni in giro per l'Italia o anche
> all'estero per illustrare l'esperienza del Csbno non raccontiamo di quanto
> siano o non siano bravi Stefanini, Clerici o Demicelis ma parliamo di tutte le
> esperienze positive in termini di servizi e non solo che tutti i giorni portano
> avanti le biblioteche e i biblitecari che fanno parte della rete del Csbno. E
> spesso ovviamente citiamo la realtà di Cinisello che tra le altre cose è un
> buon esempio della collaborazione tra "organi del CSBNO e base".
> Non capisco nemmeno il riferimento a un ipotetico vincitore, al contrario, credo
> che se la tua interpretazione del nocciolo del problema fosse largamente
> condivisa ci sarebbe un solo grande sconfitto e cioè il servizio bibliotecario
> in generale
> 
> Per quanto riguarda il tema dell'accessibilità gratutita ai servizi, la
> creazione di utenti di serie a serie b ecc. faccio solo una piccola
> considerazione.
> Nelle nostre realtà nonostante la qualità e la quantità dei servizi che offriamo
> riusciamo a raggiungere solo una piccola fetta di cittadini (quando va bene
> intorno al 20%). Se vogliamo davvero non solo sopravvivere ma rilanciare le
> nostre biblioteche e riuscire a intercettare una parte sempre più ampia di
> popolazione dobbiamo provare a mettere in campo anche soluzioni che ci facciano
> superare alcune posizioni ideologiche come quelle espresse da Mario Domina e
> che fino a qualche tempo fa condividevo in pieno. Il confronto che ho potuto
> avere negli ultimi mesi con tanti colleghi italiani e stranieri mi ha fatto
> comprendere come un'altra biblioteca non solo è possibile ma è assolutamente
> necessaria.
> 
> Grazie e buon lavoro,
> Davide Pogliani
> 
> ------------------------------------------
> Davide Pogliani
> Responsabile Area Bibliogestite del CSBNO
> 
> cell. 3358095545
> mailto: davide.pogliani a csbno.net
> skype: davidepoja
> Bibliotecario. Professione disciplinata dalla Legge n. 4/2013
> 
> ----- Messaggio originale -----
>> Da: "Benanti Paolo" <paolo.benanti a comune.cinisello-balsamo.mi.it>
>> A: "Responsabili biblioteche" <resp-csbno a liste.csbno.net>, "CSBNO - Mailing
>> List" <csbno a liste.csbno.net>
>> Inviato: Domenica, 15 ottobre 2017 9:11:02
>> Oggetto: [Csbno] ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere +Teca,
>> non si poteva trovare altro?
> 
>> al di là di tutto quanto detto sulle implicazioni politiche, tecniche, sulla
>> comunicazione sbagliata e sulle falle clamorose in Clavis (io ne ho trovate
>> altre oltre a quelle segnalate da Anna e Attilia), sulla scarsa considerazione
>> reciproca tra organi del CSBNO e base (che in realtà è il nocciolo del
>> problema, e che manderà a rotoli prima o poi la struttura, anche se "vincerà"
>> qualcuno), pensavo:
>> 
>>         ma, ai fini di raggranellare soldi facendo più tessere +Teca, non si poteva
>>         trovare altro?
>> 
>> Mi veniva in mente, avvicinandosi la stagione natalizia e Capodanno: prendere da
>> un produttore di Norcia 5000 confezioni di lenticchie di Castelluccio pagandole
>> il giusto, fare una bella confezione regalo comprendente lenticchie e +Teca in
>> una scatola tipo "auguri del CSBNO a sostegno della ricostruzione" e venderle a
>> 20 euro...
>> 
>> Paolo Benanti
>> Referente Banco Prestiti
>> Centro Culturale IlPertini
>> piazza Confalonieri, 3 - 20092 Cinisello Balsamo
>> Biblioteca - 02 66023558
>> paolo.benanti a comune.cinisello-balsamo.mi.it
>> www.comune.cinisello-balsamo.mi.it
>> Bibliotecario.
>> Professione disciplinata dalla Legge n. 4/2013;
>> iscritto all'Elenco degli associati AIB,
>> delibera n. E/2014/0772
>> 
>> _______________________________________________
>> Csbno mailing list
>> Csbno a liste.csbno.net
>> http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno
>> Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker
> _______________________________________________
> Csbno mailing list
> Csbno a liste.csbno.net
> http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno
> Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker


Maggiori informazioni sulla lista Resp-csbno