[Csbno] Chi paga, salta la coda.

Ellero Emanuela emanuela.ellero a comune.cinisello-balsamo.mi.it
Ven 16 Feb 2018 19:18:42 CET



Gentili colleghi, 

con un po' di ritardo intervengo nella discussione aperta da Valentina. 

Colgo l'occasione per ringraziarla per la chiarezza e la coerenza del suo ragionamento, che condivido in toto. 




Aggiungo solo un paio di considerazioni. 




L'anno scorso in tanti non avevamo condiviso l'anteprima 15 giorni perché introduceva un meccanismo concorrenziale tra utenti paganti e non. 

Sono convinta che quello che si vuole introdurre adesso penalizzerà ulteriormente chi non acquista +Teca: le attese già molto lunghe sui 60 titoli super-prenotati aumenteranno ancora e il meccanismo potrebbe rivelarsi incontrollabile al punto che senza +Teca si potrebbe arrivare ad aspettare che la coda si esaurisca completamente per avere il libro: ogni utente pagante scavalcherà continuamente gli altri. 

Certo Rino, si tratta di 60 titoli, a cui però sono agganciate migliaia di prenotazioni. 




Altra riflessione: non riesco a comprendere la necessità di cambiare le regole appena introdotte e che hanno incrementato le vendite: sulla base dei dati aggiornati al 10 febbraio (891 +Teca) si può ipotizzare il raggiungimento dell'obiettivo del 2018 (8000 tessere). 




Pongo infine una semplice domanda: come spiegheremo a chi negli ultimi 4 mesi ha sottoscritto una tessera annuale per accedere all'anteprima novità che ora avrà benefits diversi e non quelli per cui ha pagato? 




Grazie per l'attenzione. 

Emanuela 




Emanuela Ellero 
Centro culturale Il Pertini 
piazza Confalonieri 3 - 20092 Cinisello Balsamo 
Tel [ callto:02%2066023.557 | 02 66023.518 ] - Fax [ callto:02.66023.548 | 02.66023.548 ] 
emanuela.ellero a comune.cinisello-balsamo.mi.it 
[ http://www.ilpertini.it/ | www.ilpertini.it ] 


Da: "rino clerici" <rino.clerici a csbno.net> 
A: "Valentina Villa" <valentina.villa a csbno.net> 
Cc: "CSBNO - Mailing List" <csbno a liste.csbno.net> 
Inviato: Martedì, 13 febbraio 2018 8:01:09 
Oggetto: Re: [Csbno] Chi paga, salta la coda. 

Ciao 
Innanzitutto ringrazio Valentina dell’intervento che dà una scossa alle liste di discussioni che, nate per promuovere il dibattito, si limitano a essere solo strumento, pur importante, di comunicazioni di servizio. 
A una prima lettura non si può non essere d’accordo con lei. In effetti in una situazioni in cui non ci sono tagli di risorse e, anzi, ci sono investimenti continui nelle biblioteche pubbliche il suo discorso fila perfettamente. 
Non è questa la realtà, complice la crisi economica, ma anche con la scusa della crisi, in questi anni i servizi bibliotecari e in particolare l’acquisto libri ha subito tagli che, come abbiamo presentato nella CT del Gennaio 2017, arrivano al 30/40%. 
Questo ha pesantemente penalizzato gli utenti e provocato, anche se questa non è l’unica causa, il calo di prestiti di cui tutti facciamo esperienza negli ultimi anni. 
Questo calo nei servizi chi penalizza? Sempre e solo chi ha meno risorse economiche. 
Anche per i servizi del CSBNO, visto il taglio dei contributi regionali e provinciali ( dal 2017 è stato invece erogato il contributo regionale), la scelta poteva essere analoga: tagliare i passaggi dell’interprestito, diminuire il livello della manutenzione della rete, eliminare MLOL, ecc.; abbiamo invece scelto di chiedere agli utenti un piccolo contributo economico che ci consentisse di continuare a essere quello che Valentina definisce: “uno dei migliori Sistemi Bibliotecari d’Italia”. 
La tessera + teca nasce così ed è diventata ormai un appuntamento annuale per molti utenti. 
Unico vantaggio fino al 2017 per gli utenti la possibilità di avere sconti con le convenzioni attive. 
Un incremento significativo si è avuto quando si è inserito il meccanismo della vetrina novità, che pur con i problemi che ha portato con sé, ha offerto un beneficio chiaro di servizio agli utenti. 
Questo ha tolto qualcosa agli altri utenti? Sicuramente si. Ma in cambio ha garantito che tutti avessero la possibilità di mantenere la gran parte dei servizi ai livelli alti a cui erano abituati. 
Se analizziamo senza pregiudizi questi aspetti a me pare evidente che tra il rinunciare per 15 giorni ad una novità e non avere più servizi efficienti, la risposta è, per me, facile. 
Tanto più che posso scegliere con 10 Euro di avere la novità subito e aiutare tutte le biblioteche a lavorare meglio. E’ un piccolo impegno per l’utente con un grande risultato per tutti. 
Visti i problemi organizzativi posti dalla vetrina novità abbiamo cercato nuovi meccanismi che garantissero un vantaggio evidente e facilmente comunicabile agli utenti, senza penalizzare molto gli altri. 
La scelta della possibilità del “salta la coda”, che deve ancora essere presentata in assemblea, deriva da queste considerazioni e da un’analisi attenta dei dati. 
Gli utenti che fanno prenotazioni sono stati nel 2017 , 49.000 , hanno fatto complessivamente 544.000 prenotazioni di cui 480.000 soddisfatte. Di questi 26.000 hanno fatto da 1 a 3 prenotazioni e 4.600 oltre 30 prenotazioni ( generando oltre il 50 % delle prenotazioni). Questo testimonia che la prenotazione è usata in maniera sistematica da circa il 5 % degli utenti che generano la gran parte delle attività e del costo relativo. Sulla base di questi dati, in alcuni sistemi il servizio di interprestito è stato messo completamente a pagamento, noi abbiamo pensato ad una scelta meno drastica pensando di agire su questi “prenotatori compulsivi” e sulla loro voglia di avere i materiali subito. Questo senza pesare molto sulla gran parte degli utenti che invece fa solo prenotazioni in maniera non sfrenata. 
Anche se l’impressione può essere diversa le code molto lunghe non sono poi così tante. E’ possibile avere sempre il polso della situazione guardando l’indicazione dei libri con un indice di prenotazione ( numero di prenotazioni/numero di copie presenti in rete) alto. Lo trovate in clavis nel menu acquisizione scegliendo la voce indice di prenotazione. I materiali con più di 50 prenotazioni sono 60 e con più di 10 prenotazioni sono 437. Complessivamente i titoli con prenotazioni sono 7.567 con 40.497 copie e 28,647 prenotazioni attive ora. 
Di questi titoli prenotati 4785 presentano una sola prenotazione. 
Con questi dati parlare di togliere diritti è quantomeno eccessivo. 
I numeri a volte sono freddi ma ci riportano alla realtà. Perdonatemi la divagazione ma in altri ambiti se qualcuno avesse letto e comunicato adeguatamente i dati ISTAT oggettivi sulla criminalità anziché fare considerazioni a casaccio, ora parleremmo di cose concrete e non di impressioni . 
Qualche considerazione finale su gratuità e servizi. 
Penso che dobbiamo attrezzarci a momenti i cui dovremo cercare le risorse economiche per gestire i servizi bibliotecari anche al di la di ciò che viene stanziato dalle singole amministrazioni. 
Dobbiamo cercare alleanze con i nostri utenti presentando progetti di innovazione e condividendo la difficoltà di garantire i servizi già esistenti. A chi ideologicamente ci risponde che il servizio deve essergli garantito dobbiamo trovare la forza di rispondere che le risorse mancano e piuttosto che servizi carenti e inutili ma di cui possiamo orgogliosamente dire che sono uguali per tutti è sicuramente meglio cercare un piccolo contributo ( anche le grandi donazioni sono gradite!) da parte di alcuni che possono contribuire. E se per questi utenti che aiutano tutti ad avere servizi migliori creiamo qualche meccanismo premiante, non mi pare che questo cambi l'immagine della biblioteca pubblica. 
La proposta + teca va in questa direzione 
ciao 

Rino Clerici 
Responsabile servizi Biblioteconomici CSBNO 
Culture Socialità Biblioteche Network Operativo 
Via Valassina, 1 - 20037 Paderno Dugnano(MI) 
Tel. +39(02)99060744 - fax +39 (02) 93664708 
cell. 348.1528649 
e-mail rino.clerici a csbno.net http://www.csbno.net http://webopac.csbno.net 
Bibliotecario Professione disciplinata ai sensi della L.4/2013 
Iscritto all'elenco associati [ http://www.aib.it/ | AIB ] (Associazione Italiana Biblioteche) con delibera E/2014/1069 

Campagna +TECA - Sostieni la tua biblioteca donando 10 
euro! www.bibliodipiu.it 


AVVISO DI RISERVATEZZA 

Ai sensi e per gli effetti del D. Lgs. n. 196 del 2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), 
si precisa che questa email è ad uso esclusivo del destinatario e potrebbe contenere informazioni riservate. 
Il destinatario è tenuto a trattare le informazioni contenute nel testo e negli allegati eventuali in modo conforme 
alle disposizioni sulla privacy. 
Se avete ricevuto questa copia per errore, ci scusiamo per l’accaduto e Vi invitiamo a cancellarla 
o a darcene immediatamente notizia chiamando al numero +39(02)99060744 
Vi ricordiamo che è espressamente proibito . 
leggere, copiare, conservare o usare questa email o diffondere il contenuto senza autorizzazione. 


Da: "Valentina Villa" <valentina.villa a csbno.net> 
A: "CSBNO - Mailing List" <csbno a liste.csbno.net> 
Inviato: Lunedì, 12 febbraio 2018 11:03:09 
Oggetto: [Csbno] Chi paga, salta la coda. 


Gentili colleghi, 
faccio fatica a digerire questo nuovo meccanismo del "chi paga, salta avanti agli altri": lo trovo eticamente scorretto, mi sembra sancisca una visione della società nella quale con i soldi si ottengono dei privilegi. So bene che la società va già a rotoli e ci sono cose più importanti, ma tramite il nostro lavoro possiamo contribuire a diffondere ( e difendere) un'idea di società democratica. 

Penso anche ad alcuni dei principi ispiratori del servizio bibliotecario: 
"I servizi della biblioteca pubblica sono forniti sulla base dell' uguaglianza di accesso per tutt i, senza distinzione di (...)condizione sociale": dov'è l'uguaglianza di accesso ai servizi, in questo caso? E chi non se lo può permettere? Non ha il diritto, uguale e partitario con gli altri, di leggere un libro?Tutti dovrebbero avere uguali diritti, nel nostro servizio. 
"risparmia il tempo del lettore": erano i diritti di tutti i lettori di pari livello, e non solo dei lettori paganti. Invece così, chi non paga aspetta (e non sminuiamolo, se avesse un basso impatto non lo faremmo). 

A suo tempo, la considerazione era che mancassero dei soldi a bilancio. Adesso, se non ho capito male, che i soldi servano per implementare i progetti: va benissimo, sono d'accordissimo e lavoriamo in uno dei sistemi migliori di Italia, se non il migliore . Ma questo è l'unico modo disponibile per raccogliere fondi? 
Già è così con le anteprime: chi paga può prendersele prima; io non discuto che possa funzionare, mi chiedo proprio, eticamente parlando: è questo lo stile di servizio che vogliamo? 
Continuare a "crescere", a migliorare, ma a scapito della democraticità di quello che offriamo? 
Abbiamo iniziato con la tessera volontaria, poi mano a mano si stanno introducendo privilegi per i sostenitori a scapito degli altri. Un conto sarebbero servizi "in più", dedicati, un conto è togliere diritti che tutti avevano uguali e dare più possibilità a chi paga. 
Stiamo prendendo, lentamente ma un pezzo alla volta, la china di questa società: chi paga, può pretendere (nella sanità, è un must da molto, vogliamo che lo sia anche nel nostro settore? Ormai di baluardi davvero pubblici ne sono rimasti pochi, e francamente sono orgogliosa di appartenervi, come sono orgogliosa di lavorare in questo sistema). 

Scusate l'intervento, prettamente ideologico: sarei ben contenta se qualcuno mi facesse cambiare idea, e anche se ogni tanto perdessimo più tempo a discutere di cosa stiamo facendo e come, dell'idea del servizio che vogliamo portare avanti e come: la condivisione potrà essere faticosa, ma non pagherebbe di più avere personale, che si raffronti con gli utenti, motivato e formato, che creda in quello che fa? 
Sarà vista da qualcuno come una perdita di tempo, ma una Comunità professionale penso funzioni molto meglio se si confronta, e cresce insieme. 
Un grazie, comunque, per la pazienza. 

Valentina Villa 
Bibliotecaria 

Biblioteca Civica dei Ragazzi 
tel. 0266304145 

Una delle istituzioni più sovversive degli Stati Uniti è la biblioteca pubblica. 
(Bell Hooks) 

_______________________________________________ 
Csbno mailing list 
Csbno a liste.csbno.net 
http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno 
Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker 

_______________________________________________ 
Csbno mailing list 
Csbno a liste.csbno.net 
http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno 
Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker 
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://liste.csbno.net/archives/csbno/attachments/20180216/56c9ea7e/attachment-0001.html>


Maggiori informazioni sulla lista Csbno