[Csbno] Rivista "Che Libri"

Tiziana Gatti t.gatti a sestosg.net
Gio 12 Giu 2008 18:29:49 CEST


Ciao a tutti,
mi scuso per l'intervento poco tempestivo ma mi sembra che si stia confondendo la legittima valutazione circa l'acquisto o meno di una rivista per la propria biblioteca, con una proposta di acquisto fatta dal Consorzio che, se ho ben capito, potrebbe a fronte di una spesa abbastanza limitata garantire ulteriori servizi a tutti i bibliotecari. Ad esempio io non conosco la banca dati, alla quale fa riferimento Gianni, ma conosco il costo di Alice e l'utilità che una banca dati di quel tipo può avere per chi svolge il nostro lavoro...e quello sarebbe certamente un bel costo da sostenere. Ho invece qualche perplessità in più sulla vendita in biblioteca della rivista, pur condividendo l'obiettivo di promuoverla. Non potremmo pensare a qualche altra forma di promozione? Trovare modi per darle maggiore visibilità nelle biblioteche? Forse potrebbe essere interessante fare un incontro con Bea Marin per comprendere meglio i contenuti dell'intera proposta.
Grazie per l'attenzione
Tiziana Gatti
  ----- Original Message ----- 
  From: Gianni Stefanini 
  To: nadia.ongari a csbno.net 
  Cc: csbno a liste.csbno.net 
  Sent: Wednesday, June 11, 2008 11:55 PM
  Subject: Re: [Csbno] Rivista "Che Libri"


  Salve a tutti,
  ho visto il dibattito che si è acceso rapidamente sulla questione dell'abbonamento alla rivista "Che Libri" e constato che direttamente o indirettamente emergono sempre elementi utili per riflettere insieme sul nostro lavoro.

  Credo ci siano almeno due elementi di cui tener conto per questa questione:

  - da una parte l'esigenza più volte espressa da noi in maniera molto forte di poterci confrontare sul piano professionale per scelte e valutazioni che spesso dobbiamo prendere nello svolgimento dei servizi. Alcuni mesi fa, in un periodo di rallentamento delle C.T. avevamo "inventato" il comitato ristretto: in qualche modo riuscivamo a confrontarci più frequentemente con bibliotecari che avevano la visione diretta dei servizi e potevano suggerirci e farci vedere il loro punto di vista che era sempre un aiuto nelle scelte. Ora, per fortuna, sembra siamo tutti insieme riusciti a dare una maggior frequenza alle C.T.: è indubbiamente faticoso ma è utilissimo per il nostro lavoro.

  - dall'altra penso non possa essere riproposto un modello di tipo assembleare secondo il quale ogni decisione debba essere sottoposta ad approvazione preventiva, credo sarebbe l'esatto contrario dello spirito con il quale si è voluto (e credo lo si voglia tuttora) un Consorzio azienda speciale capace di operare con iniziativa ed imprenditorialità per ampliare e consolidare i servizi.
  Il meccanismo giusto è quello segnalato un po' acidamente da Nadia (ma porteremo il Malox per farle tornare il sorriso che rimane in ogni caso la nostra massima aspirazione :-) ) della riflessione  e valutazione sui report.

  Sulla produzione di un'adeguata rendicontazione stiamo facendo ancora un po' di fatica, ma credo sia senz'altro la strada giusta per ristabilire un corretto rapporto tra chi commissiona servizi (mettendo a disposizione risorse) e chi li realizza (consumando le risorse) Credo che l'operazione sarà più vantaggiosa per noi perchè ci consentirà di valutare meglio e con continuità ciò che stiamo producendo.

  Venerdì 13 saremo già impegnati nell'incontro e presentazione che il prof. Grossi e Luca Comodo ci faranno per la ricerca sui nostri servizi, da una parte, e la presentazione degli indicatori 2007 dall'altra.

  Penso che se continua questa vostra disponibilità per la C.T. potremmo fissare un incontro per discutere e valutare lo stato di raggiungimento degli obiettivi per giovedì 26 giugno, incontro nel quale porteremo anche il bilancio consuntivo 2007 (che viene presentato all'Assemblea il 2 luglio) per una valutazione da parte della C.T.

  Sulla questione specifica della rivista, come potrete immaginare, la dinamica è più complessa: il gruppo che la pubblica è stato costituito molto di recente, ma si appoggia su persone e gruppi molto consolidati, anche se molto fragili dal punto di vista economico, sul mercato editoriale. (Oltre a Bea Marin che tutti voi conoscete c'è Mastrullo che prima di fare l'editore - è anche consocio del booklet di San Benedetto Po - faceva il bibliotecario a Merate, è, per le sue origini, molto vicino a noi)
  Noi stiamo facendo "la posta" a due o tre situazioni di vantaggio che loro hanno e che pensiamo possano esserci molto utili: la banca dati dei libri in commercio (vi assicuro molto meglio di Alice!) , una ricca relazione con gli editori piccoli e medi, una ricca relazione con gli autori, un rapporto con la rivista che può essere per le biblioteche un interessante e importante elemento di visibilità (certo in un circuito culturale specializzato e non ancora di massa, ma ...).
  Insomma il tentativo è quello di costruire una relazione di scambio che possa essere utile per le biblioteche e per gli utenti: tutto ciò nell'ambito di obiettivi più generali ampiamente condivisi e concordati.
  In questa relazione di scambio abbiamo ritenuto strategicamente utile mostrare ed esplicitare una nostra disponibilità a sostenere un'iniziativa editoriale che riteniamo positiva per bibliotecari ed utenti. Disponibilità che noi con le nostre limitate capacità abbiamo interpretato con l'abbonamento alla rivista delle biblioteche e dei bibliotecari responsabili degli acquisti (a loro abbiamo pensato di dedicare un apposito abbonamento perchè abbiamo ritenuto che potessero utilizzare la rivista come strumento di lavoro, tenendola sempre con sè e facendoci sopra tutte le annotazioni necessarie a sviluppare la politica degli acquisti). Disponibilità che abbiamo anche interpretato con la possibilità di mettere in vendita la rivista per gli utenti direttamente in biblioteca. Perchè è vero che la rivista è disponibile anche nell'edicola di fianco alle biblioteche (ove c'è), ma è anche vero che il segnale di una rivista sui libri per gli utenti venduta in biblioteca è completamente diverso sia per l'utente che per l'editore e posiziona le biblioteche in maniera completamente diversa.

  Poi tutto questo pensiero ed agire è sbagliato? Possibile, sapete bene che preferisco sbagliare piuttosto che non fare. Come sapete bene, sappiamo bene tutti quanti, che non vi sarà mai nessuna decisione che sarà condivisa all'unanimità da tutti quanti (per fortuna perchè finchè ci sarà una voce "fuori dal coro" ci sarà modo di confrontarsi con un pensiero diverso).

  Spero, comunque, che maggiori chiarimenti abbiano un po' rassicurato, soprattutto sul fatto che non siamo tutti impazziti e che non abbiamo acquistato delle azioni della casa editrice che pubblica "Che Libri".
  Poi venerdì ne parleremo (brevemente per non portare via tutto il tempo a Grossi e a Comodo) e faremo esattamente quello che ci direte di fare (ma combatteremo per difendere la nostra visione :-) )

  Scusate la lunghezza (come al solito) .

  A presto.
  Gianni Stefanini




  nadia.ongari a csbno.net ha scritto: 
ho visto la rivista. l'ho trovata interessante, tant'è che ho già 
richiesto l'abbonamento.
non trovo altrettanto interessante che il consorzio, che lamenta 
problemi economici, sottoscriva 80 abbonamenti.
credo che i responsabili dell'acquisto, che lo fanno per servizio, 
possano utilizzare quella in dote al servizio stesso.
sono anche interessata a sentire nella prossima ct il resto del 
progetto. la parola resoconto non mi piace molto in questo contesto, 
perchè sa di decisioni già assunte, come ho lamentato in un precedente 
messaggio proprio per quelle che riguardano la promozione della lettura.

troverei invece molto appropriato parlare di resoconti per quanto 
riguarda lo stato di avanzamento dei progetti previsti nella carta dei 
servizi 2008.

un saluto a tutti.
(acida, come sempre)
nadia ongari




Quoting Gianni Stefanini <gianni.stefanini a csbno.net>:

  Cari colleghi,
molti di voi avranno già avuto modo di vedere la nuova rivista "Che
libri" pubblicata  da un gruppo editoriale che fa capo a Bea Marin.
Forse ricorderete Bea Marin che ha tenuto, un po' di tempo fa un
incontro con i bibliotecari per parlarci dell'editoria e dei suoi
meccanismi. La ricorderete anche come editrice e direttrice de "La
Rivisteria"che per diversi anni ha informato gli operatori di settore
sull'editoria e sulla stampa paeriodica.

La nuova rivista fortemente orientata ai lettori è anche un formidabile
strumento informativo per bibliotecari delle biblioteche di pubblica
lettura; per questa ragione abbiamo concordato con il gruppo editoriale
che la pubblica una serie di azioni che prevedano:

- la distribuzione della rivista tra bibliotecari ed utenti;
- la possibilità per le nostre biblioteche di accedere alla banca dati
dei libri in commercio curata dal gruppo editoriale (la banca dati i cui
aggiornamenti venivano pubblicati su "La Rivisteria")
- la possibilità di accedere ad un nuovo canale di acquisto che
garantirà alle nostre biblioteche l'accesso alla piccola editoria
tradizionalmente esclusa dai canali di distribuzione libraria
- la possibilità di organizzare significative iniziative di promozione
della lettura in collaborazione con gli autori e gli editori che fanno
capo alla rivista
- la possibilità di pubblicare sulla rivista recensioni e segnalazioni
dei bibliotecari rappresentando nel mondo della lettura anche il nostro
punto di vista.
- la possibilità di organizzare incontri di formazione per i
bibliotecari con esperti del mondo editoriale su particolari settori
(divulgazione scientifica, temi della narrativa, ecc.).

Il primo passaggio di questo processo di collaborazione è la
sottoscrizione da parte del Consorzio di un abbonamento per ciascuna
biblioteca e di un abbonamento personale (da inviare al domicilio) per
ciascuno dei responsabili degli acquisti di ogni biblioteca
(circa 45 abbonamenti per le biblioteche e 35 abbonamenti per i
responsabili degli acquisti).
Contemporaneamente riteniamo possa essere un utilissimo servizio per gli
utenti avere la possibilità di accedere alla rivista direttamente dalla
propria biblioteca: in sostanza le biblioteche che fossero disponibili
potrebbero mettere in vendita copie della rivista agli utenti che
vedendola potrebbero desiderare di acquistarla. Per far ciò è
indispensabile che le biblioteche siano disponibili ad incassare il
costo della rivosta (3 euro) facendo pervenire in Consorzio le somme
così raccolte.

La vendita della rivista (credo che converrete che si tratta più di un
servizio agli utenti piuttosto che di un'attività economica del
Consorzio) verrebbe curata direttamente dal Consorzio mentre tutti gli
aspetti economici farebbero capo esclusivamente al gruppo editoriale che
se ne assumerebbe anche la responsabilità amministrativa.

Chi fosse interessato e disponibile è pregato di mettersi in contatto
con Veronica Rolla in modo che possiamo fargli pervenire un primo
pacchetto di riviste per verificare il gradimento degli utenti. Inoltre
dovrà essere comunicato, sempre a Veronica Rolla, l'indirizzo della
persona a cui inviare la rivista in abbonamento (una per biblioteca).
La vendita della rivista verrebbe accompagnata anche dalla distribuzione
di un piccolo foglietto / avviso informativo (in formato A5) da
distribuire a tutti gli utenti che utilizzano il prestito.

Nella prossima Commissione Tecnica (che rammento si terrà venerdì 13
alle 9,30) daremo un resoconto più dettagliato del progetto.

Cordiali saluti.

Gianni Stefanini
Direttore del Consorzio Sistema
Bibliotecario Nord - Ovest





_______________________________________________
Csbno mailing list
Csbno a liste.csbno.net
http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno
Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker

    


----------------------------------------------------------------





_______________________________________________
Csbno mailing list
Csbno a liste.csbno.net
http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno
Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker
  

------------------------------------------------------------------------------


  _______________________________________________
  Csbno mailing list
  Csbno a liste.csbno.net
  http://liste.csbno.net/lists/listinfo/csbno
  Archivio ricercabile mailing lists http://liste.csbno.net/lurker
-------------- parte successiva --------------
Un allegato HTML è stato rimosso...
URL: <http://liste.csbno.net/pipermail/csbno/attachments/20080612/1498feb6/attachment.html>
-------------- parte successiva --------------
***********************************************
Questa e-mail, nonche' qualsiasi file allegato alla presente, e' destinata esclusivamente al od ai destinatari indicati in indirizzo o a chi sia stato da quelli autorizzato e puo' contenere informazioni legalmente privilegiate e/o confidenziali. Se non siete il destinatario designato di questa e-mail, si avvisa che la diffusione, distribuzione o copia della presente e-mail, nonche' di qualsiasi file qui allegato, e' tassativamente vietata. Se avete ricevuto per errore questa e-mail, siete pregati di distruggere permanentemente l'originale e qualsiasi copia della presente nonche' qualsiasi stampa di questa. Per qualsiasi domanda si prega scrivere a postmaster a sestosg.net. Grazie
Citta' di Sesto San Giovanni
Visitateci: www.sestosg.net


Maggiori informazioni sulla lista Csbno