[Csbno] L'amore ucciso

Gianni Stefanini gianni.stefanini a csbno.net
Gio 26 Ago 2004 10:05:14 CEST


Sono certo che molti di voi avranno già visto su AIB-CUR questo messaggio di
Paolo Traniello, ma per trasmettere la notizia anche a coloro a cui magari è
sfuggita, la riporto anche su questa nostra lista.

Traniello presenta alcune considerazioni interessanti su questo libro della
Mondadori che anche nel nostro Consorzio è stato soggettato come indicato da
Traniello.
Per curiosità: ne abbiamo 16 copie con due soli prestiti attivi. Per
completare la curiosità chiederemo a Clerici, appena rientra dalle ferie, di
rilevare quanti prestiti totali abbiano accumulato queste copie.

Buona lettura (del messaggio di Traniello e di quello di Alessandro
Crisafulli che interviene a sua volta sull'argomento)
Gianni Stefanini


MESSAGGIO DI PAOLO TRANIELLO
----------------------------------------------------------------------

Date:    Wed, 25 Aug 2004 12:30:17 +0200
From:    Paolo Traniello <traniell a uniroma3.it>
Subject: L'amore ucciso

Vorrei segnalare, se già non è stato fatto da altri (nel qual caso mi
scuso), che il libro di Norma Khouri pubblicato in Australia con il
titolo: Forbidden Love e tradotto in Italia da Mondadori nel 2003 nella
collana "Ingrandimenti" con il titolo: L'amore ucciso, è un falso
clamoroso come si evince dall'ampia documentazione in Internet nonché
dal servizio su "Repubblica" del 6 agosto u.s.a firma Gabriele
Romagnoli.

Il libro, che presenta come fatto di conaca l'uccisione di una giovane
donna giordana da parte di suo padre per motivi religiosi è frutto
esclusivo dell'invenzione dell' autrice (di origine giordana, ma mai più
stata in Giordania dall'età di tre anni), la quale ci ha ricavato,
secondo miei rapidi calcoli sul numero delle copie prodotte, almeno
mezzo milione di dollari.

L'edizione italiana è stata acquistata, come risulta dall'OPAC SBN, da
un buon numero di biblioteche, che, nei casi che ho controllato, l'hanno
ovviamente soggettata e classificata come opera relativa alla condizione
sociale della donna in Giordania.

Su quest'ultimo fatto non ho evidentemente nulla da eccepire, perchè mi
è ben chiaro che le biblioteche non si occupano della verità
dell'informazione (il prioblema della verità in quanto tale non
appartiene del resto al campo dell'informazione e a quanto pare a nessun
altro campo, fuorché a quello delle religioni e occorre riconoscere che,
sotto questo profilo, Ponzio Pilato era un pensatore notevole).

Vorrei invece solo segnalare l'occhiello dell'articolo di "Repubblica":
<<La "storia vera"di una ragazza uccisa per onore si è rivelata
inventata, ma ha fatto conoscere in molti paesi la condizione femminile
in Giordania>>.

Inoltre, questa leggiadra citazione apposta sul retro del risvolto di
copertina dell'edizione Mondadori. Aperte le virgolette: Tutte le donne
uccise per motivi d'onore sono delle prostitute. E io credo che le
prostitute meritino di morire. Chiuse le virgolette. Abdul Karim Dughmi.
Ministro della Giustizia giordano. A me pare che riportare virgolettata
un'espressione così incredibile, attribuendola a un membro di un governo
con il quale l'Italia intrattiene buoni rapporti, senza indicarne la
fonte primaria, sia (a prescindere ancora dalla "verità") una
scorrettezza editoriale inqualificabile e un'offesa cocente a un Paese
amico.

L'ufficio stampa della Mondadori, al quale ho esposto per telefono
questa mia opinione, mi ha risposto che si tratta, appunto, di
un'opinione mia.

Sui problemi dei confronti tra le culture non voglio fare alcun
commento, più che altro per ragioni di scaramanzia.

Paolo Traniello

[Paolo Traniello <traniell a uniroma3.it>]

----------------------------------------------------------------------

MESSAGGIO DI ALESSANDRO CRISAFULLI
----------------------------------------------------------------------

Date:    Wed, 25 Aug 2004 17:30:13 +0200
From:    Alessandro Crisafulli <crisafulli.alessandro a lettere.unipa.it>
Subject: Re: L'amore ucciso

  Egregi Colleghi,

  inorridisco quanto il Professor Traniello, ed anzitutto come storico
(di formazione e mentalità) prima che come biblioteconomo.

  Mi vengono in mente le tante "storie vere", non proposte soltanto da
Segrate, e mi chiedo se anche questo non sia un sintomo di crisi
dell'editoria.

  Poiché quella casa editrice ha al suo attivo pagine molto migliori di
questa, voglio sperare che una forte reazione pubblica sia di stimolo ad
un rientro di serietà verso il suo pubblico (che comprende anche me).

  Buon lavoro a tutti,
                      Alessandro Crisafulli

[Alessandro Crisafulli <crisafulli.alessandro a lettere.unipa.it>]

----------------------------------------------------------------------


_____________________________
Gianni Stefanini
Direttore del Consorzio Sistema
Bibliotecario Nord-Ovest
Corso Europa, 291 - 20017 Rho MI
Tel. +3902 9320951 - Fax +3902 93209520
Mailto: gianni.stefanini a csbno.net
http://www.csbno.net




Maggiori informazioni sulla lista Csbno